Navigazione veloce

Estensione dell’offerta di test antigenico rapido prevista dalla DGR N° XI/4319 del 15/02/2021 ai minori 6-13 anni ai fini della ripresa in presenza dell’attività scolastica

Estensione dell’offerta di test antigenico rapido ai fini della ripresa in presenza dell’attività scolastica…[ ]

page1image32852416page1image18295104page1image18293184

DELIBERAZIONE N° XI / 5155       Seduta del 02/08/2021

Presidente

ATTILIO FONTANA

Assessori regionali 

GUIDO GUIDESI

ALESSANDRA LOCATELLI

LARA MAGONI

ALESSANDRO MATTINZOLI

FABIO ROLFI

FABRIZIO SALA

MASSIMO SERTORI

CLAUDIA MARIA TERZI

LETIZIA MORATTI Vice Presidente

STEFANO BOLOGNINI

DAVIDE CARLO CAPARINI

RAFFAELE CATTANEO

RICCARDO DE CORATO

MELANIA DE NICHILO RIZZOLI

PIETRO FORONI

STEFANO BRUNO GALLI

Con l’assistenza del Segretario Enrico Gasparini Su proposta dell’Assessore Letizia Moratti

Oggetto: ESTENSIONE DELL’OFFERTA DI TEST ANTIGENICO RAPIDO PREVISTA DALLA DGR N° XI/4319 DEL 15/02/2021 AI MINORI 6-13 ANNI AI FINI DELLA RIPRESA IN PRESENZA DELL’ATTIVITA’ SCOLASTICA

Si esprime parere di regolarità amministrativa ai sensi dell’art.4, comma 1, l.r. n.17/2014:

Il Direttore Generale Giovanni Pavesi
I Dirigenti Maria Gramegna Danilo Cereda

 

VISTA:

–  la normativa di riordino del Servizio Sanitario Nazionale di cui al D.Lgs. 30 dicembre 1992, n. 502;

–  la legge regionale 30 dicembre 2009, n. 33 “Testo unico delle leggi regionali in materia di sanità” e, in particolare l’art. 56 (Competenze della Giunta Regionale), comma 1, nella parte in cui prevede che la Giunta Regionale, nel rispetto dei piani di cui agli articoli 4 e 4 bis, definisca:

a) il ruolo e il contributo dei soggetti coinvolti nel sistema integrato della prevenzione, anche relativamente alle attività di controllo e vigilanza e di sviluppo degli strumenti di informazione e comunicazione, nonché ai processi di promozione della salute;

b) gli eventuali specifici interventi settoriali anche in ragione di eventi

e situazioni particolari;

–  la normativa nazionale e regionale in materia di emergenza epidemiologica

da Covid-19 e le Ordinanze del Presidente della Giunta regionale con cui sono state stabilite misure per il contenimento ed il contrasto del contagio da COVID-19;

VISTA in particolare la legge 30 dicembre 2020 n. 178 “Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2021 e bilancio pluriennale per il triennio 2021-2023” che all’art. 1, commi 418, 419 prevede che: – “i test mirati a rilevare la presenza di anticorpi IgG e IgM e i tamponi antigenici rapidi per la rilevazione di antigene SARS-CoV-2 possono essere eseguiti anche presso le farmacie aperte al pubblico dotate di spazi idonei sotto il profilo igienico-sanitario e atti a garantire la tutela della riservatezza”; – “le modalità organizzative e le condizioni economiche relative all’esecuzione dei test e dei tamponi di cui al comma 418 del presente articolo nelle farmacie aperte al pubblico sono disciplinate, senza nuovi o maggiori oneri a carico della finanza pubblica, dalle convenzioni di cui all’articolo 8, commi 1 e 2, del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 502, conformi agli accordi collettivi nazionali stipulati ai sensi dell’articolo 4, comma 9, della legge 30 dicembre 1991, n. 412, e ai correlati accordi regionali”;

DATO ATTO delle statuizioni di cui alla circolare del Ministero della Salute n. 0022746-21/05/2021-DGPRE-DGPRE-P avente ad oggetto “Aggiornamento sulla definizione di caso COVID-19 sospetto per variante VOC 202012/01 e sulle misure di quarantena e di isolamento raccomandate alla luce della diffusione in Italia delle nuove varianti SARS-CoV-2.”; nonché di quanto previsto nelle note regionali di recepimento e di attuazione di tali indicazioni;

RICHIAMATE le deliberazioni adottate dalla Giunta Regionale in ordine all’emergenza sanitaria da Covid-19, in particolare la DGR n° XI / 4319 del 15/02/2021 recante “Azioni per la sorveglianza, percorsi di educazione/sensibilizzazione e avvio della prenotazione dell’offerta di tamponi antigenici per le scuole secondarie di secondo grado e istituti di formazione professionale” che detta indicazioni in ordine ad un rientro a scuola sicuro mettendo in campo varie iniziative legate alle attività di testing per gli studenti di età compresa tra i 14 e i 19 anni, oltre che al personale scolastico docente e non docente, rinviando eventuali estensioni ad altre fasce di età sulla base dei riscontri ricevuti;

VERIFICATO

–  che il numero di tamponi eseguiti per la classe di età 14-19 anni nel periodo febbraio-maggio 2021 è stato 258.601 di cui 93.186 antigenici e 165.415 molecolari ;

–  che il numero di tamponi eseguiti per la classe di età 11-13 anni nel periodo febbraio-maggio 2021 è stato 127.813 di cui 30.864 antigenici e 96.949 molecolari;

–  che il numero di tamponi eseguiti per la classe di età 6-10 anni nel periodo febbraio-maggio 2021 è stato 171.169 di cui 35.099 antigenici e 136.070 molecolari;

–  che il numero di casi covid per la classe di età 14-19 anni nel periodo febbraio-maggio 2021 è stato 19.708;

–  che il numero di casi covid per la classe di età 11-13 anni nel periodo febbraio-maggio 2021 è stato 9.264;

–  che il numero di casi covid per la classe di età 6-10 anni nel periodo febbraio-maggio 2021 è stato 12.099;

CONSIDERATO che tale attività di testing, attualmente offerta nella fascia di età 14-19 anni, facilitando l’individuazione precoce delle catene di trasmissione all’interno della comunità scolastica, ha contribuito a limitare l’espandersi del virus SARS – CoV-2 e che la continua ricerca attiva di casi è necessaria al fine di tracciare la presenza del virus in relazione alla presenza di varianti;

RITENUTO pertanto necessario non solo di proseguire nell’attuazione di quanto previsto dalla DGR n° XI/4319 del 15/02/2021 ma di estendere anche alla fascia di età 6-13 anni la possibilità di eseguire un tampone ogni 15 giorni, presso i punti tampone comprese le farmacie aderenti;

RITENUTO altresì che tale offerta venga attivata a partire dal 23 agosto in vista della riapertura dell’anno scolastico anni fino al mese di ottobre 2021 compreso;

RICHIAMATA la DGR n. XI/4232 del 29/01/2021ad oggetto “Determinazioni in ordine alla gestione del Servizio sanitario e sociosanitario per l’esercizio 2021 – quadro economico programmatorio”;

DATO ATTO che i costi per l’esecuzione dei tamponi antigenici trovano copertura nell’ambito della macroarea n. 8 delle attività istituzionali delle ATS e ASST all’interno della quale € 116,7 milioni di euro sono destinati dalla citata DGR n. XI/4232/21 all’offerta del piano nazionale vaccini, tamponi Covid e screening oncologici;

PRECISATO che le attività di cui trattasi per la parte di erogazione presso le ASST/ATS, debbano essere computate nell’ambito del budget annuali definiti con gli erogatori per la specialistica ambulatoriale finanziati dalla “Macroarea delle prestazioni di ricovero, di specialistica ambulatoriale”, di cui alla DGR XI/4232/2021, che ha previsto fino a a 2.305,2 mln/Euro per prestazioni di specialistica ambulatoriale;

DATO ATTO che il presente provvedimento potrà essere oggetto di revisione in considerazione di eventuali ulteriori indicazioni o disposizioni normative nazionali in materia;

VISTI la legge regionale n.20/2008 ed i provvedimenti organizzativi della XI legislatura;

VAGLIATE e fatte proprie le suddette motivazioni;

A VOTI UNANIMI, espressi nelle forme di legge;

DELIBERA

  1. di proseguire nell’attuazione di quanto previsto dalla DGR n° XI/4319 del 15/02/2021;

  2. di estendere le indicazioni di cui alla DGR n° XI / 4319 del 15/02/2021 ai minori di età compresa tra 6 e 13 anni, con la possibilità di eseguire un tampone ogni 15 giorni, presso i punti tampone comprese le farmacie aderenti, in analogia alla fascia di età 14-19 anni, dal 23 agosto 2021 fino al mese di ottobre 2021 compreso;

  1. di disporre che i costi per l’esecuzione dei tamponi antigenici trovano copertura nell’ambito della macroarea n. 8 delle attività istituzionali delle ATS e ASST all’interno della quale € 116,7 milioni di euro sono destinati dalla citata DGR n. XI/4232/21 all’offerta del piano nazionale vaccini, tamponi Covid e screening oncologici;

  2. di precisare che le attività di cui trattasi per la parte di erogazione presso le ASST/ATS, debbano essere computate nell’ambito del budget annuali definiti con gli erogatori per la specialistica ambulatoriale finanziati dalla “Macroarea delle prestazioni di ricovero, di specialistica ambulatoriale”, di cui alla DGR XI/4232/2021, che ha previsto fino a 2.305,2 mln/Euro per prestazioni di specialistica ambulatoriale.

Atto firmato digitalmente ai sensi delle vigenti disposizioni di legge

IL SEGRETARIO ENRICO GASPARINI

  • Condividi questo post su Facebook

Non è possibile inserire commenti.